“Tutto andrà bene!”. Messaggio dal cuore ai negozianti del Paese

Ero in casa, e stavo lavorando ad un articolo, quando mi arriva del tutto inaspettatamente una telefonata da parte di un’amica che abita, vive e lavora nel mio paese natale sulle colline riminesi.

Abbiamo parlato degli ultimi avvenimenti, com’è ovvio fosse. Di certo Novafeltria non è una metropoli e la situazione di panico e psicosi che il Coronavirus (anzi la stampa!) ha creato, ha portato effetti duri anche per tutte le attività commerciali del Paese. Sono giorni difficili, preoccupanti, non sono grandi centri commerciali per cui la crisi nera è ovviamente ancora più sentita.

Ma come dico sempre, la realtà in cui sono cresciuta è fatta di unione. E ieri, ne ho avuto la riprova.

“Sono arrivata in negozio e ho trovato questo bigliettino sulla porta. Una spinta a non mollare a essere positivi, a credere che insieme supereremo questo momento di difficoltà, consapevole che è dura per tutti ma che il nostro paese deve sopravvivere anche a questa battaglia e le nostre attività rimarranno aperte a qualsiasi costo.”

La ragazza ancora  emozionata, insieme ad altre realtà economiche della cittadina, ieri mattina all’apertura del negozio si è trovata un bigliettino (come lei, lo hanno trovato tutte le attività commerciali) con un messaggio pieno di speranza “Tutto andrà bene”. Non si sa quale sia la mano dietro a questa bella sorpresa in pieno periodo di tensione e preoccupazione. L’unica cosa certa è che il pensiero è stato apprezzato da tutti i commercianti.

“La situazione è complicata. Le persone rimangono spesso in casa, non frequentano negozi e non fanno acquisti come prima. Siamo tutti preoccupati e abbiamo anche presentato le nostre problematiche al Sindaco, chiedendo un sostegno. Ieri mattina però l’arrivo in negozio è stato colorato da questa bella sorpresa. Non sappiamo chi possa averlo fatto, ma lo ringraziamo per il pensiero e la vicinanza. Vuol dire che i nostri concittadini hanno il cuore grande e capiscono i nostri problemi. Non abbandonateci, non abbandonate il Paese. Il futuro sono le persone: l’attenzione, la gentilezza, i rapporti umani, lo scambio reciproco si può trovare non nel grande Centro Commerciale ma nei negozi sotto casa. In questo momento abbiamo paura ma siamo forti e determinati nella nostra battaglia, però abbiamo bisogno del vostro sostegno. Grazie a tutti quelli che credono in una comunità unita, grazie alla gente che crede in noi…. TUTTO ANDRÀ BENE ❤”

Sara Ferranti

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: