Fase 2: a Pistoia, nuove misure a sostegno dell’economia locale: dehors, cultura, turismo, matrimoni e non solo

Per affrontare la cosiddetta ”fase 2” dell’emergenza Covid-19, sono stati definiti dalla giunta Tomasi nuovi indirizzi e misure a sostegno dell’economia locale. Si tratta di provvedimenti legati all’attuale fase emergenziale, volti ad agevolare la ripresa socioeconomica del territorio, facendo leva soprattutto sulla semplificazione dei procedimenti amministrativi e sulla proroga degli appalti in corso per un periodo pari alla durata della sospensione disposta.

I nuovi indirizzi adottati dall’Amministrazione abbracciano tutte le materie di competenza comunale, dallo sviluppo economico alla promozione sportiva, dalla mobilità al verde, passando per la cultura, il turismo e i servizi demografici. Si punta così a incentivare la ripresa economica e sociale del territorio a tutto tondo, permettendo anche una più agevole riorganizzazione dei locali di ristorazione e degli spazi esterni, compreso l’utilizzo di aree a verde pubblico.

Confermata l’esenzione del Cosap per favorire la ripresa delle attività commerciali e contenere i danni dovuti alle chiusure prolungate e ai maggiori oneri conseguenti all’osservanza delle prescrizioni necessarie alla ripresa delle attività. Previsto, poi, l’annullamento o la riduzione per tutte le attività commerciali del pagamento del canone di locazione o concessione per l’uso degli immobili di proprietà comunale, a partire dal periodo di lockdown e fino alla ripresa delle attività.

Dehors. Nel periodo di gestione dell’emergenza epidemiologica e fino al superamento delle criticità collegate, saranno ridotti a 15 giorni, dal momento di presentazione della richiesta, i termini per il rilascio delle concessioni per nuovi dehors e l’ampliamento di quelli esistenti.
I dehors possono essere installati anche nelle vicinanze del locale, fino a una distanza di 70 metri lineari, ed è permesso un ampliamento fino al raddoppio della superficie precedentemente concessa. In caso di nuova installazione, lo spazio massimo concedibile è pari al doppio della superficie di somministrazione interna del locale, fino a un massimo di 100 metri quadrati.
Nel caso di richieste per occupare lo stesso spazio, i due esercenti saranno invitati a proporre un progetto coordinato per la condivisione dello spazio fra le due attività.
La presentazione delle pratiche non prevederà il pagamento dei diritti comunali.

Aree a verde. Entro 5 giorni dal ricevimento della richiesta, gli uffici comunali autorizzeranno, a titolo gratuito, l’occupazione di porzioni di aree a verde pubblico di proprietà o uso comunale con dehors o con arredi mobili (volti al solo consumo e sosta da parte dei cittadini), previa valutazione tecnica utile a garantire la libera fruizione delle aree al pubblico e al libero gioco.

Mobilità. Per agevolare l’ingresso in città della clientela degli esercizi commerciali, il Comune ha previsto di rendere gratuita, per tutto il periodo di gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e fino al superamento delle relative problematiche, la sosta nei parcheggi ex Ceppo e Pertini.

I matrimoni saranno celebrati nella sala Maggiore del palazzo comunale, con la sola presenza degli sposi e dei testimoni, oltre all’ufficiale di Stato civile.

In concomitanza con la riapertura delle attività commerciali sarà riaperto il bagno pubblico, nel rispetto delle disposizioni utili a prevenire il contagio.

Sport. Per supportare le società sportive dilettantistiche e allo stesso tempo favorire la graduale ripresa delle attività ai vari livelli, saranno posticipati al 31 dicembre 2020 i termini per il pagamento delle fatture dei mesi di gennaio, febbraio e in parte marzo, in cui le società hanno regolarmente fruito degli impianti.
Prevista anche la possibilità di esentare le società dilettantistiche dal pagamento delle tariffe dovute all’Amministrazione comunale per l’utilizzo degli impianti sportivi dal momento della regolare ripresa delle attività e fino al 31 dicembre 2020.

Cultura, tradizioni e turismo. Per un periodo pari almeno alla durata della sospensione o della riduzione dell’attività causata dall’emergenza sanitaria, saranno prorogati gli appalti e gli affidamenti per il servizio di caffetteria e ristoro all’interno della biblioteca San Giorgio, per la realizzazione di concerti ed eventi musicali nella stagione estiva (Pistoia Blues), per lo svolgimento di attività educative nei Musei Civici e per la rassegna cinematografica all’aperto nel caso in cui permanesse il divieto di effettuare tale attività o fosse comunque fortemente limitata.
Allo studio anche la possibilità di prevedere la gratuità o la riduzione delle tariffe per la fruizione dei servizi culturali e museali.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: