versi senza maiuscole

invento versi nei cortili,

li cerco tra le pagine della memoria,

li acchiappo nei sogni,

li custodisco nel cuore.

invento versi per il mio amore,

che ignaro, disattende i desideri.

li lascio al suo passare

li trasmetto coi pensieri

li nutro delle attese

li soffio dalla mano.

invento versi per il mio poeta

che ama ma non sa sognare.

glieli lascio sul cuscino

glieli metto nel caffè

glieli nascondo nelle tasche.

invento versi per il mio uomo

che mi vuole e non vorrebbe.

e allora invento versi d’assenza,

versi di lacrime e di speranza.

(che ne senta, un giorno, la mancanza.)

invento versi per il mio maestro

che m’insegna ciò che è

e non ciò che sa.

li scrivo sulla lavagna

li ripeto a memoria.

invento versi per la mia passione

che non sa se durare o bruciare.

invento versi senza maiuscole,

versi da bere tutti d’un fiato

versi che non ti conoscono

eppure non smettono di cercarti.

 

Laura Caponetti

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: