Prato: anche con l’emergenza Covid-19, c’è chi trova il tempo per imbrattare le panchine

Sono state imbrattate da scritte vandaliche contro i proprietari di cani alcune panchine di via Matteotti che erano state messe pochi giorni fa dall’Amministrazione comunale: «E’ inconcepibile che in un momento come questo, in cui tutta la città sta facendo un grosso sforzo contro l’emergenza Covid-19, ci sia qualcuno così privo di rispetto delle cosa pubblica da sporcare delle panchine nuove, pagate con i soldi di tutti – commenta il sindaco Matteo Biffoni – E’ un comportamento di per sè già grave, ma ora è proprio segno di scarsissimo senso civico e stupidità». Anche l’assessore al Patrimonio Valerio Barberis stigmatizza l’episodio: «Abbiamo messo le nuove panchine e gli arredi in tutta la zona nord della città nell’ambito del progetto Riversibility, riscontrando apprezzamento da parte dei cittadini. E’ davvero inaccettabile che siano state vandalizzate, soprattutto ora. Consiag Servizi è già al lavoro comunque per la rimozione delle scritte, sperando che simili comportanti non si ripetano».

Ovviamente anche i proprietari dei cani, come già prevede il Regolamento comunale, sono tenuti ad avere una condotta responsabile e rispettosa dell’ambiente. L’investimento del Comune per le nuove panchine e gli arredi nell’ambito di Riversibility è stato di circa 300mila euro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: