A Pistoia, cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre

Il consiglio comunale, nella seduta di lunedì 11 maggio, ha approvato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria di Pistoia alla senatrice a vita Liliana Segre.

A presentare la proposta di delibera è stato il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi.

«La volontà dell’Amministrazione era quella di approvare il documento con maggiore solennità nell’aula del consiglio comunale, ciò non è stato possibile ma non per questo ne viene meno l’importanza. Il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre è frutto di due proposte: una nata dalla maggioranza, l’altra dall’opposizione. Un lavoro, quindi, portato avanti in modo trasversale da tutti i consiglieri comunali. La senatrice è testimone di un periodo buio della nostra storia, in cui ha vissuto atrocità proprio in prima persona, un periodo che va condannato. Visto il momento di emergenza sanitaria Liliana Segre non è potuta venire a ritirare l’onorificenza a Pistoia. Mi auguro che l’appuntamento sia solo rimandato e di poter svolgere una cerimonia alla sua presenza».

Una proposta di avvio della procedura per attribuire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre è stata presentata dal capogruppo del Movimento 5 stelle Nicola Maglione e sottoscritta dai consiglieri comunali Antonella Cotti, Mario Tuci, Walter Tripi del Partito democratico; Iacopo Vespignani, Emanuele Gelli e Fabio Raso di Pistoia Concreta; Paola Calzolari di Amo Pistoia, Patrizia Manchia di Forza Italia-Centristi per l’Europa, Alessandro Cenerini di Pistoia Sorride, Federica Bonacchi di Pistoia Città di tutti e Tina Nuti di Pistoia Spirito libero.

Un’altra proposta di avvio della procedura per attribuire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre e all’esule istriana Egea Haffner è stata, invece, presentata dal capogruppo di Fratelli d’Italia Lorenzo Galligani e sottoscritta dai consiglieri Gabriele Sgueglia, Francesca Capecchi, Daniele Vannelli, Francesco Pelagalli, Jessica Sicari ed Elena Bardelli (al momento della proposta Bardelli non si era ancora dimessa dal consiglio comunale) di Fratelli d’Italia; Iacopo Vespignani, Emanuele Gelli, Fabio Raso e Benedetta Menichelli di Pistoia Concreta; Paola Calzolari di Amo Pistoia; Iacopo Bojola e Giampaolo Pagliai di Forza Italia – Centristi per l’Europa. Come si legge nella proposta di delibera «la signora Egea Haffner ha comunicato che ringraziava l’Amministrazione del Comune di Pistoia, ma non intendeva accettare l’onorificenza, come aveva già espresso ad altri Comuni».

Accolto dalla giunta l’emendamento presentato dalla capogruppo di Pistoia Spirito libero Tina Nuti per cambiare una parte del testo della delibera.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: