Oggi è la giornata internazionale del libro. Il consiglio: 5 libri che bisogna assolutamente leggere

Oggi, 23 aprile 2020, è la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore. Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid-19, quest’anno non sarà possibile partecipare a manifestazioni pubbliche legate a questa importante ricorrrenza. Nonostante tutto, ci sono molte iniziative legate a questa giornata a cui è possibile partecipare, rigorosamente online.

La Giornata Mondiale del Libro è patrocinata dall’Unesco, ed è un tributo mondiale a libri e autori e incoraggia tutti a scoprire il piacere della lettura.

I principali appuntamenti in rete

Sul sito del ministero dell’Istruzione maratona letteraria – Una maratona letteraria in streaming e consigli di lettura via social per gli studenti: così il ministero dell’Istruzione celebra la Giornata mondiale del libro. Il sito del Miur ospiterà la maratona letteraria organizzata dalla Fondazione De Sanctis, per la prima volta in diretta streaming, durante la quale interverrà, alle 12, anche la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Sui social del ministero, inoltre, per tutto il giorno ci saranno contenuti interattivi pensati per i ragazzi: artisti e scrittori condivideranno i loro autori preferiti con gli studenti. La maratona letteraria della Fondazione De Sanctis avrà inizio alle 11.00 e si concluderà alle 18, proponendo interventi di commento critico, letture e analisi di alcuni dei passi più belli della letteratura di tutti i tempi da parte di oltre 100 grandi protagonisti della cultura. Una staffetta ideale che si propone di raggiungere non solo il pubblico adulto, ma anche le giovani generazioni e le scuole.

La Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna inaugura la nuova piattaforma online

La Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna non si ferma: inaugura la nuova piattaforma online nella Giornata Mondiale del Libro e del Copyright con la mostra virtuale, ‘visitabile’ a partire dal 23 aprile, ‘A Universe of Storis – Starring: The Book’ che raccoglie 120 titoli esposti in cinque ‘stanze virtuali’ suddivise per aree tematiche, dalle librerie alle bibloteche. E in contemporanea viene annunciato il programma di attività online della 57/ma edizione, al via a partire dal 4 maggio con la tradizionale conferenza delle 11, dedicata alle prospettive dell’editoria per ragazzi dopo il lockdown mondiale.

Biblioteche di Roma

In questi ultimi anni, la Giornata del Libro e della Lettura è stata l’occasione per le Biblioteche di Roma per annunciare il programma di Festival Letterature, storica manifestazione della Capitale a cura dell’Istituzione Biblioteche e promossa da Assessorato alla Crescita culturale di Roma. Quest’anno, in attesa della fine del lockdown, le Biblioteche propongono sul canale Youtube Mediateca Roma una selezione video dei momenti più esaltanti delle ultime edizioni del Festival, e rendono disponibile sul portale Bibliotu e sulla pagina Facebook di Biblioteche di Roma la consultazione digitale del nuovo catalogo “Il domani dei classici”, contenente i testi inediti degli autori che hanno preso parte alla manifestazione presso la basilica di Massenzio.

Ci permettiamo di consigliarvi cinque titoli che non possono assolutamente mancare nelle vostre librerie personali e che merito, secondo la nostra modesta opinione, di essere letti almeno una volta nella vita. Precisiamo che si tratta di titoli che spaziano dalla letteratura classica a quella contenporanea e che certamente non possono tenere conto dell’infinita varietà dei gusti personali e degli sterminati capolavori della letteratura mondiale.

 

I fratelli Karamazov, di F. Dostoevskij. Probabilmente, insieme all’Edipo Re di Sofocle e all’Amleto di Shakespeare, uno dei grandi capolavori che indaga ciò che di più buio si annida nell’animo umano. Un capolavoro imperituro che merita di essere letto, soprattutto quandi si è raggiunta una certa maturità.

L’alchimista, di Paulo Coelho. Una fabula moderna a cui segue un viaggio fisico e personale.

Uno, nessuno, centomila, di Luigi Pirandello. Un classico della letteruatura italiana che segue la paradossale vicenda di Vitangelo, ricco trentenne, che si accorge all’improvviso, da un’osservazione della moglie, di avere il naso un po’ storto. Le mille maschere di Luigi Pirandello.

Lo straniero, di Albert Camus. Unanimemente considerato dai critici uno dei romanzi capitali della letteratura universale, è la storia di Meursault, un piccolo impiegato che vive ad Algeri. Un giorno, quasi per caso, uccide un arabo. Arrestato, egli non tenta neppure di giustificarsi, di difendersi: viene processato e condannato a morte. Camus racconta la storia di un delitto assurdo e denuncia l’assurdità di vivere e dell’ingiustizia universale.

Ragazzi di vita, di Pier Paolo Pasolini. La storia si svolge nella Roma del secondo dopoguerra, tra le varie borgate. I protagonisti sono degli adolescenti appartenenti al mondo del sottoproletariato urbano che vivono alla giornata di espedienti, arrangiandosi come possono. Un romanzo difficile, anche per il tipo di scrittura adottata. Ma quantomai affascinante.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: