Un giorno per il niente

Parlavamo con le parole di altri
ma sopra il tavolo
gli occhi erano i tuoi
Era tuo quel sapore di stanza
nella luce dimessa del secondo mattino

I giorni belli hanno sempre un sorriso
e una sera fresca per la nostalgia
Mi conforta l’aroma dell’alloro
Come un racconto di indiani navajo:
leggende svelate negli sbuffi
di fumo

Questo silenzio è sereno
La sera sulla pelle
Domani voglio un giorno per il niente
da non vivere…solo ricordare

 

Giusi Zingale

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: