La fotografia in tempi di quarantena: ecco il progetto “P.O.P., Photographers Over Present”

La fotografia in tempi di quarantena? E’ possibile. In un momento di grande difficoltà che ci ha colti impreparati, stiamo osservando le nostre vite cambiare, come stanno cambiando i luoghi che abitiamo. Ci stiamo confrontando con un’improvvisa dilatazione del tempo, le relazioni inibite, lo spazio che cambia la sua natura o che riconquista quella primordiale.

“POP, Photographers Over Present” è il progetto a cura di Chiara Collàro in cui vengono raccolti i lavori di diversi fotografi professionisti in tutta Italia per testimoniare attraverso il loro sguardo, questo importante momento storico.

Un contributo, dunque, che tutti i fotografi sono chiamati a dare in questo momento di repentino passaggio storico. P.O.P. è quindi un invito a vivere questo periodo di quarantena come un’opportunità per essere creativi e far fluire l’immaginazione.

C’è tempo fino 03/04/2020 per inviare il proprio contributo di 3 immagini. Tra tutti i lavori inviati a P.O.P., quelli che saranno ritenuti più significativi, faranno parte di un editoriale e, soprattutto, di una grande mostra che sarà allestita a Roma quando i tempi saranno maturi per riproporre una documentazione fatta di sguardi originali, immediati e appassionati sul nostro passato più recente.

Entro il 03/04/2020 inviare dunque tre immagini in alta risoluzione, una breve introduzione personale e il progetto in cui si autocertifica di essere l’autore del materiale inviato.
Per inviare il materiale basta usare WeTransfer inserendo l’indirizzo mail: pop.photoproject@gmail.com

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: