Comuni dell’area pistoiese: approvati due atti per migliorare la progettazione educativa del territorio

Si è riunita nei giorni scorsi la Conferenza Zonale per l’istruzione dell’area pistoiese, presieduta dall’assessore all’Istruzione e formazione del Comune di Pistoia e composta da nove Comuni dell’area pistoiese (Abetone-Cutigliano, Agliana, Marliana, Montale, Pistoia, Quarrata, Sambuca, San Marcello Piteglio e Serravalle Pistoiese). Perseguendo l’obiettivo di salvaguardare l’elevata qualità dei servizi educativi, implementare e organizzare al meglio il lavoro di progettazione scolare avviato lo scorso anno, così da rispondere alle richieste della Regione Toscana rispetto ai progetti educativi di rete e zonali, l’assemblea ha approvato all’unanimità due atti di grande impatto innovativo.

Il primo riguarda l’approvazione delle Linee guida inerenti il progetto zonale di sperimentazione per i centri educativi integrati zerosei, un progetto ambizioso che parte dai servizi educativi di Pistoia. L’atto stabilisce una cornice normativa di riferimento e definisce chiari indirizzi di buone pratiche che siano di riferimento per i servizi pubblici e per i privati che vogliono approcciarsi e sperimentare nuove tipologie di organizzazione per un sistema educativo integrato che va dalla nascita fino ai sei anni. La finalità delle Linee guida rimane la condivisione fra pubblico e privato di tutto il sistema educativo, mantenendo un’alta qualità dei servizi della zona pistoiese, orchestrati dalla regia di un sistema territoriale condiviso.

Il secondo atto approvato dalla Conferenza Zonale è relativo ai Progetti educativi zonali (P.E.Z.), per i quali la Regione Toscana ogni anno destina fondi nell’ottica di implementare la qualità dei servizi educativi e dell’offerta formativa scolare. A questo proposito, proprio per garantire la gestione delle attività di progettazione e raccordo fra i diversi attori del sistema educativo e scolastico dai 3 ai 18 anni, la Conferenza ha ritenuto necessario investire i fondi regionali per sostenere il coordinamento pedagogico con figure preposte a coadiuvare la progettazione di zona degli Istituti comprensivi e superiori.

Preso atto dell’alto tasso di dispersione scolastica nella provincia di Pistoia, la Conferenza Zonale ha deciso di attivare due strumenti innovativi con l’auspicio di valorizzare e privilegiare la programmazione e la progettazione di azioni rispondenti ai reali bisogni delle scuole e dei ragazzi del territorio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: