L’appello di Alessandro Tomasi ” I Sindaci sono in prima linea. Il Governo però dovrà prendersi i suoi impegni!”

“È doloroso vedere la nostra città vuota con tutti i negozi, botteghe e ristoranti purtroppo chiusi. Esercenti e ristoratori hanno bisogno di misure e regole certe che consentano la loro riapertura in sicurezza.” dice il Primo Cittadino di Pistoia Alessandro Tomasi. “Per questo ieri ho accolto una delegazione di ristoratori del centro storico e li ho informati su tutte le misure che metterà in atto il Comune in supporto di tutti i ristoratori della città. Abbattimento del Cosap da marzo fino alla fine dell’anno e della Tari per tutti i mesi in cui le attività dei settori corrispondenti ai codici Ateco chiusi per decreto. Ulteriore concessione di suolo pubblico gratuito per sedie e tavoli, oltre a predisporre procedure semplificate per chi deve farne richiesta. Saranno aperti in via eccezionale i varchi ztl di via Palestro e via della Madonna per agevolare il commercio e la ristorazione da asporto dei locali del centro storico. L’accesso sarà consentito a tutti da sabato 2 maggio (orario 11-14.30 e 18-22) e fino quando l’emergenza sarà in corso. I sindaci sono in prima linea e dalla parte di chi in questi mesi è stato costretto alla chiusura della propria attività a causa dell’emergenza sanitaria. Questo non prescinde dall’impegno che dovrà prendersi il Governo con fondi a sostegno di tutte quelle attività che altrimenti rischiano di non riaprire più.”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: